Passa ai contenuti principali

LA RICETTA PIU' CLICCATA

SAVARIN E BABA' MIGNON

Un savarin che si fa ammirare e piccoli babà da assaporare Pasta babà bagnata al Rum e ricoperta con gustosa crema pasticcera
Il Savarin fa parte della pasticceria napoletana perchè è una variante del babà, il dolce che è tra i simboli della tradizione partenopea.

Il Savarin si differenzia dal babà per la sua forma circolare e il foro centrale che le pasticcerie campane come tradizione riempiono di crema pasticcera con al centro una deliziosa amarena sciroppata.
Il babà mignon invece non manca mai tra la piccola pasticceria insieme alla famosa sfogliatella liscia o riccia.
Come si fa a resistere a tanta bontà! Quando c'è qualcosa del genere in frigo è un continuo andare e venire fino alla gara per accaparrarsi l'ultimo rimasto!
Provare per credere!!!!






































CASATIELLO DOLCE

Il dolce della tradizione 



Anche questa è una ricetta che mi ha insegnato la mia mamma. 

Preparare i casatielli, era come un rito che si diffondeva di ora in ora nel vicinato. 

Ci si dava conforto quando c'erano ritardi nella lievitazione; mamma mi raccontava che delle amiche alcune volte avevano aspettato giorni per vederli lievitare. 

Da piccola mi divertivo quando lei sbatteva a mano l'impasto dei casatielli, e non vedevo l'ora che si arrivava al momento della decorazione dove partecipavo con grande impegno per distribuire i confettini colorati sulla glassa.

Ora ci sono i miei figli che partecipano a questa tappa ma ancora più volentieri a quella dell'assaggio.







Ingredienti:

  • Per l'impasto
500 g di farina

300 g di zucchero

5 uova

125 g di burro

½ cucchiaio abbondante di strutto

la buccia grattugiata di un limone

½ bicchiere di liquori mischiati: aroma rum e anice

1 bustina di vanillina

1 pizzico di sale


  • Per il panetto:


150 g di farina

1 bustina di lievito di birra

1 bicchiere di acqua tiepida


  • Per la glassa:
300 g di zucchero a velo

il succo di un limone

confettini colorati, anicini, e sfere argentate

Preparare prima un panetto con la farina e il lievito sciolto in acqua tiepida, coprirlo tenerlo al caldo per due o tre ore, fino quando si è più che raddoppiato di volume.

Quando il panetto è lievitato, preparare in una ciotola capiente la farina, lo zucchero, le uova (sempre prima sbattute da parte), lo strutto, il liquore, la buccia grattugiata di limone, la vanillina, infine aggiungere il panetto e impastare per almeno mezz’ora. L’impasto deve diventare fluido senza un grumo.

Imburrare due teglie di quelle alte per “casatielli” di circa 18 cm di diametro, versare in ognuna metà dell’impasto e mettere in un luogo riparato al caldo e ben coperti per farli lievitare.

Controllare ogni tanto il livello nelle teglie, non c’è un limite di tempo preciso, quando la quantità nelle teglie si è più che raddoppiata scaldare il forno a 180° C.

Arrivati a temperatura infornare,  dopo una mezz’ora controllare se sono già belli dorati e passare alla selezione “solo sotto” per un’altra mezz’ora; se il forno è ventilato basta scendere la temperatura a 150° C e lasciare “sotto e sopra”.

Dopo un’ora spegnere il forno e tirare fuori i casatielli.
Quando si sono raffreddati toglierli dalle teglie e coprirli con la glassa.

Quando si prepara la glassa aggiungere sempre pochissimo succo di limone alla volta altrimenti diventa troppo morbida e scivola giù, infatti deve avere una consistenza tale che ci permetta di stenderla con fatica, e quando si è spalmata sull’intera superficie aggiungere i confettini colorati.


Con questa ricetta partecipo al contest

http://kucinadikiara.blogspot.it/2014/03/il-mio-nuovo-contest-ricette-regionali.html



Post popolari in questo blog

DOLCE NEL BICCHIERE

Un delicatissimo dolce al cucchiaioDolce monoporzione, facile da preparare, si presenta benissimo
Un dessert morbido, cremoso, con delicato gusto di fragola e vaniglia.
Un dolce facile e veloce da preparare, ma anche molto bello da vedere, utile come monoporzione soprattutto in occasione di cene e rinfreschi.


Il dolce al cucchiaio più noto e apprezzato lo conosciamo tutti  è il tiramisù, ne ho realizzato, tempo fa, una mia versione nel bicchiere; una versione che è piaciuta davvero tanto, infatti è stata scelta come worldrecipes per l'EXPO 2015

Questa che vi propongo oggi, è una nuova interpretazione che sostituisce i savoiardi con il pan di spagna, il caffè con lo sciroppo di vaniglia  e fragola; ho scelto inoltre di utilizzare due creme, una al mascarpone e l'altra pasticcera.
Il risultato è stato un dessert che ha conquistato proprio tutti, infatti hanno chiesto se si poteva ripetere l'esperimento al più presto.
Come sempre,  vi suggerisco di realizzare  la ricetta , e mi f…

TORTA COCCO MANDORLE E CIOCCOLATO

Mega torta di compleannoUna torta particolare per una persona speciale 
Fare dolci è una mia grande passione, ne ho fatti tantissimi, soprattutto torte di compleanno classiche, con ciuffi di panna e decorazioni particolari create da me.

La TORTA, è il dolce classico da preparare in occasione di una  festa in famiglia quale può essere il compleanno, l'onomastico o un anniversario; per tradizione è sempre stata a base di soffice pan di spagna aromatizzato con una bagna.
La BAGNA, in genere, è al gusto che è  più richiesto in famiglia, o che comunque che si abbina meglio alla crema con cui si farcisce la torta, spesso si sceglie una bagna al liquore, ma se ci sono i bambini non è consigliabile.
Questa  torta di compleanno è ripiena di una golosa crema al gusto dei cioccolatini Raffaello, ed ha una bagna semplice e delicata, che consiste in uno sciroppo di acqua e zucchero aromatizzato alla vaniglia.
E' sicuramente molto apprezzata da grandi e piccini.
Se vi ha incuriosito questa ricett…

CROSTATA AL LIMONE

Un dolce con i limoniUna crostataArrivata la primavera tutto rifiorisce e il giardino deve riprendersi dall'inverno appena finito, ha bisogno  di tanta cura, quindi in questi giorni ci siamo dedicati alla potatura delle piante, soprattutto agrumi.
Quest'anno un albero di limoni che negli anni scorsi pensavamo non ci regalasse più frutti, ci ha dimostrato di essere capace di tanta generosità. Non li ho contati ma ne ha tantissimi. 
Dovendola potare abbiamo cercato di rispettare al massimo i rami che sono davvero carichi di questi frutti meravigliosi, succosi e profumatissimi. Qualcuno purtroppo l'abbiamo sacrificato e oltre a regalarli a una carissima persona che ci sta aiutando tantissimo ho pensato di farci una torta
Sfogliando uno dei  vecchi quaderni dove appunto da anni ricette che ho provato e mi sono piaciute ho ritrovato questa.
Se anche voi avete limoni che vi avanzano o semplicemente per il gusto di fare  una deliziosa torta al limone ve la trascrivo.
Sarei felice di…