Passa ai contenuti principali

LA RICETTA PIU' CLICCATA

SAVARIN E BABA' MIGNON

Un savarin che si fa ammirare e piccoli babà da assaporare Pasta babà bagnata al Rum e ricoperta con gustosa crema pasticcera
Il Savarin fa parte della pasticceria napoletana perchè è una variante del babà, il dolce che è tra i simboli della tradizione partenopea.

Il Savarin si differenzia dal babà per la sua forma circolare e il foro centrale che le pasticcerie campane come tradizione riempiono di crema pasticcera con al centro una deliziosa amarena sciroppata.
Il babà mignon invece non manca mai tra la piccola pasticceria insieme alla famosa sfogliatella liscia o riccia.
Come si fa a resistere a tanta bontà! Quando c'è qualcosa del genere in frigo è un continuo andare e venire fino alla gara per accaparrarsi l'ultimo rimasto!
Provare per credere!!!!






































ECLAIR ALLA CREMA RICOPERTI DI CIOCCOLATO

Eclair buoni come quelli della pasticceria

La mia curiosità nella realizzazione di deliziosi dolcetti




L'impasto da preparare per realizzare gli Eclair, è lo stesso usato per gli choux, l'unica differenza sta nella modellazione della pasta. 


Invece di realizzare tante forme sferiche, si realizzano delle  forme oblunghe,  cotte allo stesso modo in forno finché non diventano  croccanti e vuote al loro interno. 

Una volta raffreddata, la pasta viene riempita con  crema pasticcera ricoperta dalla glassa.


Per soddisfare sempre chi è curioso come me, sono andata a leggermi un pò di notizie storiche circa la nascita di questa preziosa ricetta, largamente diffusa e interpretata.


Secondo fonti storiche, la pasta choux, nacque in epoca rinascimentale alla corte di Firenze, da un’idea del capo pasticcere mediceo Penterelli, perfezionata dal suo successore Popelini, per essere solo in seguito esportata in Francia dai cuochi di Caterina de’ Medici che sposò il futuro Re Enrico II di Valois. 


Inizialmente gli choux erano dei pani ripieni, cotti sotto le ceneri.

Avevano una forma tondeggiante,  infatti, la pasta choux una volta in forno   tende a gonfiarsi, assumendo la tipica forma tonda dei bignè; ma il nome “choux” che in francese significa “cavolo”, deriva dal fatto che i bignè  prima di essere farciti, somigliavano ai cavolini di Bruxelles.


Ora soddisfatta la curiosità circa le origini, dobbiamo essere tanto curiosi di gustarne il sapore da organizzarci subito per provare la ricetta .

Se decidete  di realizzare  la ricetta , e mi farà immenso piacere rispondere ai vostri commenti e alle vostre domande.

Per chi si cimenterà. sarei felice di ricevere anche qualche  foto che pubblicherei molto volentieri, ovviamente a nome dell'autore, ecco l'album già ricco di foto inviate da voi


Per rimanere aggiornati: iscriversi per ricevere via mail le ultime novità pubblicate

Potete seguirmi su:  

pagina facebook    Passioni & Curiosità 
pagina twitter        @PassioniandC
pagina pinterest    Passioni & Curiosità
pagina instagram  passioniecuriosita






Ingredienti:
  • per la base:
250 ml di acqua

100 g di burro

1 pizzico di sale

1 cucchiaio di zucchero

150 g di farina

4 uova


  • per la crema:
400 g di latte 

100 g di panna

150 g di zucchero

8 tuorli

36 g di amido di mais

vaniglia
  • ganache al cioccolato per coprire
150 g di cioccolato fondente

150 g di panna fresca




Preparare prima la crema:  

Far bollire il latte con la vaniglia e la panna, montare i tuorli con lo zucchero poi aggiungere l'amido
Unire i tuorli al latte e alla panna, mettere sul fuoco e far addensare. 

Appena pronta, la crema, lasciarla raffreddare coperta con la pellicola per evitare che si formi la crosticina.

Mentre la crema si raffredda, preparare l'impasto  che va cotto in forno.


Preparare  gli choux:

Portare a bollore l'acqua insieme al burro, al sale e allo zucchero, aggiungere la farina e mescolare tenendo ancora il composto sul fuoco, mescolando fino a quando si stacca dai bordi.
Togliere dal fuoco lasciare un pò intiepidire poi cominciare ad aggiungere le uova, una alla volta, lasciando assorbire bene ogni uovo aggiunto, prima di  unire quello successivo-

L'impasto deve essere corposo e cadere dal cucchiaio solo se scrollato.

Foderare una teglia con carta forno, intanto trasferire l'impasto  nel sac à poche e formare circa 16 bastoncini.

Riscaldare il forno a 220° C infornare e tenere  questa temperatura per 10 minuti, poi passare a 180° C per altri 25 minuti.

Quando sono raffreddati tagliarli a metà e farcirli con la crema.




Preparare la ganache al cioccolato:




Far sciogliere il cioccolato a bagnomaria, unire la panna fresca al cioccolato fuso e montare il composto con l’aiuto di un frullino elettrico.





Stendere la ganache sui pasticcini dopo averli farciti con la crema pasticcera.




Conservarli in frigo, coperti fino al momento di servirli.




Buon Assaggio !!!

Post popolari in questo blog

DOLCE NEL BICCHIERE

Un delicatissimo dolce al cucchiaioDolce monoporzione, facile da preparare, si presenta benissimo
Un dessert morbido, cremoso, con delicato gusto di fragola e vaniglia.
Un dolce facile e veloce da preparare, ma anche molto bello da vedere, utile come monoporzione soprattutto in occasione di cene e rinfreschi.


Il dolce al cucchiaio più noto e apprezzato lo conosciamo tutti  è il tiramisù, ne ho realizzato, tempo fa, una mia versione nel bicchiere; una versione che è piaciuta davvero tanto, infatti è stata scelta come worldrecipes per l'EXPO 2015

Questa che vi propongo oggi, è una nuova interpretazione che sostituisce i savoiardi con il pan di spagna, il caffè con lo sciroppo di vaniglia  e fragola; ho scelto inoltre di utilizzare due creme, una al mascarpone e l'altra pasticcera.
Il risultato è stato un dessert che ha conquistato proprio tutti, infatti hanno chiesto se si poteva ripetere l'esperimento al più presto.
Come sempre,  vi suggerisco di realizzare  la ricetta , e mi f…

TORTA COCCO MANDORLE E CIOCCOLATO

Mega torta di compleannoUna torta particolare per una persona speciale 
Fare dolci è una mia grande passione, ne ho fatti tantissimi, soprattutto torte di compleanno classiche, con ciuffi di panna e decorazioni particolari create da me.

La TORTA, è il dolce classico da preparare in occasione di una  festa in famiglia quale può essere il compleanno, l'onomastico o un anniversario; per tradizione è sempre stata a base di soffice pan di spagna aromatizzato con una bagna.
La BAGNA, in genere, è al gusto che è  più richiesto in famiglia, o che comunque che si abbina meglio alla crema con cui si farcisce la torta, spesso si sceglie una bagna al liquore, ma se ci sono i bambini non è consigliabile.
Questa  torta di compleanno è ripiena di una golosa crema al gusto dei cioccolatini Raffaello, ed ha una bagna semplice e delicata, che consiste in uno sciroppo di acqua e zucchero aromatizzato alla vaniglia.
E' sicuramente molto apprezzata da grandi e piccini.
Se vi ha incuriosito questa ricett…

CROSTATA AL LIMONE

Un dolce con i limoniUna crostataArrivata la primavera tutto rifiorisce e il giardino deve riprendersi dall'inverno appena finito, ha bisogno  di tanta cura, quindi in questi giorni ci siamo dedicati alla potatura delle piante, soprattutto agrumi.
Quest'anno un albero di limoni che negli anni scorsi pensavamo non ci regalasse più frutti, ci ha dimostrato di essere capace di tanta generosità. Non li ho contati ma ne ha tantissimi. 
Dovendola potare abbiamo cercato di rispettare al massimo i rami che sono davvero carichi di questi frutti meravigliosi, succosi e profumatissimi. Qualcuno purtroppo l'abbiamo sacrificato e oltre a regalarli a una carissima persona che ci sta aiutando tantissimo ho pensato di farci una torta
Sfogliando uno dei  vecchi quaderni dove appunto da anni ricette che ho provato e mi sono piaciute ho ritrovato questa.
Se anche voi avete limoni che vi avanzano o semplicemente per il gusto di fare  una deliziosa torta al limone ve la trascrivo.
Sarei felice di…